';

 lezioni private

A volte mi capita che mi contattino chiedendo di fare lezioni private.
A questo proposito vorrei fare chiarezza.
Si tende a pensare che in qualche modo le lezioni private siano meglio di quelle di gruppo, ma questo non è per niente vero.
La lezione privata può essere utilissima ma solo come integrazione al lavoro di gruppo.
È sicuramente un momento in cui si ha a disposizione esclusiva l'insegnante che può, quindi, concentrarsi unicamente su di noi e aiutarci a correggere i nostri errori, ma...
Si c'è un MA.
Lavorare solo con il proprio insegnante priva di una parte essenziale del lavoro, cioè il contatto con braccia diverse, con altezze diverse, con corporature diverse, con modi di muoversi diversi.
Non dobbiamo dimenticare che lo scopo ultimo è riuscire a gestire il corpo di un perfetto sconosciuto, l'aggressore, e questo si può ottenere solo con il lavoro di gruppo in palestra.
Per chi ha la possibilità, tanto economica quanto logistica, certamente una lezione privata ogni tanto può servire a migliorare la tecnica, a pulire i movimenti, a chiarire i dubbi.
Tutto questo va poi però trasportato nel lavoro con i compagni e messo alla prova con il gruppo.
Alcuni Maestri lasciano intendere che il lavoro privato con l'insegnante sia indispensabile, ma, senza mezzi termini, posso dire che questo è solo un modo per portare acqua al proprio mulino.
Le lezioni private nelle Arte Marziali come in qualsiasi altro ambito si pagano.
Quindi il suggerimento che vi posso dare è di diffidare dei Maestri che cercano di proporvele come indispensabili.
Le lezioni private sono un "inoltre" non un "invece", per chi può.

Recommend
Share
Tagged in

Pin It on Pinterest