';

LA TECNICA VA IMPARATA E POI DIMENTICATA ©

Coniugare tecnica e realismo.

Chi frequenta pagine social o gruppi dedicati alle arti marziali, si sarà imbattuto decine di volte in interminabili discussioni sulla reale efficacia delle AM. Spesso lo spunto è dato da un video, pubblicitario, magari, o amatoriale ripreso durante un allenamento...

Molte di queste discussioni si potrebbero evitare semplicemente ragionando su qual è il reale cammino che deve compiere un praticante di arti marziali.

Per scrivere un'opera letteraria è indiscutibilmente necessario conoscere la grammatica, ma non tutti coloro che conoscono la grammatica sono per forza dei grandi scrittori, giusto?

Qual è dunque la discriminante? Che cosa fa la differenza?

Acquisire uno strumento è solo la prima parte del cammino. Dopo bisogna capire come quello strumento può raggiungere la sua massima efficacia. Non bisogna mai confondere la didattica con l'utilizzo pratico di ciò che si è appreso.

Nel caso delle arti marziali quello che si studia non può in pratica mai essere applicato in una situazione reale nella versione "scolastica". Il combattimento reale è sporco, caotico, imprevedibile... Tutto quello che abbiamo studiato in palestra, va modificato e adattato alla situazione.

Solo quando conosciamo abbastanza bene la tecnica da poterci permettere di modificarla, addirittura ignorarla, avremo tra le mani uno strumento efficiente nella realtà.

Per ottenere questo risultato occorrono studio e pazienza.

Tornando all'esempio letterario, citerò James Joyce.  Lo scrittore irlandese in alcune sue opere passa improvvisamente da un pensiero ad un altro senza alcun apparente rispetto delle regole grammaticali e sintattiche della lingua. Non avrebbe mai potuto realizzare opere di rilievo con questa tecnica senza conoscere la grammatica alla perfezione!

Quando studiamo, quindi, dobbiamo tenere bene a mente che ci stiamo solo impadronendo di uno strumento; se poi sapremo servircene e se ci sarà utile, dipenderà da quanto saremo capaci di adattarlo alla situazione.

Teniamo a mente questo ed eviteremo di sprecare tempo ed energie in dubbi che, in realtà, non hanno alcuna ragione di essere.

Sifu Paola de Caro

©  I contenuti di questo sito sono di proprietà dell'Associazione Sportiva "Giunca Rossa", e sono protetti dalle leggi italiane ed internazionali a tutela del diritto di autore. E' espressamente vietata, salvo nostro espresso consenso scritto, la riproduzione del sito (testo, immagini, elementi grafici, ecc.).

Recommend
Share
Tagged in

Pin It on Pinterest