';

Errare è umano e anche utile

Hai sbagliato!
Ti guardi intorno, la vergogna comincia a salire come un calore dalla base del collo fin sulla testa.
Un errore, nella nostra cultura, è troppo spesso un’onta indelebile che va punita e per la quale devi provare vergogna.
Questo atteggiamento comporta un altro grosso problema: la paura di sbagliare.
Questa paura diventa una tara gravissima perché ci impedisce di “provare” a fare cose nuove.  Ci paralizza perché, per paura di sbagliare, non facciamo più nulla di diverso da quello a cui siamo abituati.

In realtà, l’errore non è mai solo una cosa negativa.
Sbagliare è una delle principali attività umane, fondamentale per la nostra evoluzione. Senza gli errori non saremmo quello che siamo, non avremmo trovato soluzioni alternative per i problemi e non avremmo imparato a gestire gli imprevisti.
La mente umana è una splendida macchina da errori, “Errare è umano” e spesso più utile di quanto sembri.
Ricordate il proverbio “sbagliando si impara”? Possiamo invertirlo e dire che, non sbagliando, non si impara nulla.

Le arti marziali, sono un’ottima palestra per imparare a gestire gli errori in un ambiente controllato.
Che tu sia principiante o un maestro, devi sempre misurarti con nuove sfide, specialmente con te stesso.
Il maestro ti può correggere, ma il vero lavoro lo devi fare su te stesso. Capisci che l’errore non è una catastrofe ma una sfida da affrontare e vincere. Si impara quindi a distinguere la gravità dei propri sbagli, a non vergognarsi di aver sbagliato, a cercare e trovare una soluzione e, ultimo ma non ultimo, a chiedere aiuto.
Chiedere aiuto è un’altra azione vista con sospetto nella prassi usuale. Anche qui, vince l’idea che chiedere aiuto sia ammissione di debolezza mentre è senz’altro il modo migliore di risolvere un problema.
Il nostro punto di vista potrebbe essere offuscato da preoccupazione, vergogna, o dai nostri stessi schemi mentali.
Chiedere a qualcun altro di aiutarci, significa avere nuovi strumenti per venire a capo delle situazioni difficili.
Impariamo quindi a rispettare e non temere l’errore, avremo tonnellate di frustrazione in meno e impareremo a risolvere i problemi.

“Ci sono soltanto due uomini perfetti: uno è morto e l’altro non è mai nato.”

Recommend
Share
Tagged in

Pin It on Pinterest