PICCOLO GLOSSARIO DEL WINGTSUN

 

I movimenti sono elencati in ordine alfabetico

i.r.a.s. posizione base wingchunÈ la posizione di pre-combattimento del WT. IRAS è l'acronimo di "Internal Rotate Adduction Stance" ( posizione con gli adduttori ruotati all'interno), in cinese viene chiamata "Yee Jee Kim Yeung Ma". iras angoli esatti Nella posizione iras i piedi devono essere sui lati di un immaginario triangolo equilatero con angoli alla base di 60°. Le ginocchia leggermente piegate per abbassare il baricentro e i muscoli adduttori delle cosce devono avere tensione uno verso l'altro ed entrambi verso il vertice ideale del triangolo di base. I glutei sono contratti e il bacino leggermente anteroflesso. I muscoli addominali sono in tensione e la schiena perfettamente dritta senza nessuna inclinazione nè in avanti nè indietro.

Jing-bo Passo in avanti.

ideogramma jum sao Jum-sao wing tsun jum sao Letteralmente "Jum-sao" si traduce in "Braccio che affonda". È una delle fondamentali reazioni riflesse del Wingtsun. Si parla di Jum-sao quando il braccio dell'avversario tocca il nostro Man-sao che avanza, internamente, tra il polso e il gomito, ed esercita pressione verso l'area tratteggiata del disegno. Il disegno è tratto dal libro "Logica del combattimento individuale", del Maestro Keuth R. Kernspecht. Un fantastico libro sul Wingtzun e sul combattimento che è possibile aquistare dal sito ufficiale della W.T.O.I.

ideogramma jut saoJut-sao Mano che sciocca.

wing tsun kao saoLetteralmente "Kao-sao" si traduce in "Braccio che avvolge". È una delle fondamentali reazioni riflesse del Wingtsun. Il kao-sao si crea quando il braccio dell'avversario entra in contatto internamente con il vostro Man-sao che avanza ed esercita una pressione verso la zona non tratteggiata del disegno. Il disegno è tratto dal libro "Logica del combattimento individuale", del Maestro Keuth R. Kernspecht. Un fantastico libro sul Wingtzun e sul combattimento che è possibile aquistare dal sito ufficiale della W.T.O.I.

Kwai-Jarn Gomitata discendente.

Kwan-sao Braccia che ruotano. Combinazione di Bong-sao e Tan-sao.

ideogramma pugno kuenPugno

In cinese: "Kuen".

wingtsun pugno kuen

Il pugno nel WT si esegue con il pugno in posizione verticale.

Il colpo è totalmente lineare, inizia davanti al torace ed è diretto su un punto della mediana verticale dell'avversario.

Il gomito, durante il colpo, viene tenuto basso ( a questo proposito si veda la geometria del WT e la teoria del cuneo ).

Il pugno verticale segue la naturale linea di forza del braccio che corre dalla spalla fino al mignolo del pugno chiuso.

Il pugno deve colpire quindi con la superficie delle tre dita inferiori (medio, anulare, mignolo) in questo modo si avrà un'equilibrata distribuzione della pressione in modo che nessun osso debba sopportare l'intera o la maggior parte dell'impatto. Nell'esecuzione di un pugno WT ( o una serie di pugni a catena , "Lin-Wan-Kuen"), vi sono quattro componenti fondamentali:

  1.  il "motore" del movimento è il gomito.
  2.  mentre il pugno viene scagliato in avanti, la scapola va spinta all'indietro.
  3.  Il torace va aperto per aumentare la potenza del colpo.
  4.  il polso va spinto leggermente verso l'alto in modo che la superficie d'impatto corrisponda effettivamente alle tre dita inferiori.

Il disegno è tratto dal libro "Logica del combattimento individuale", del Maestro Keuth R. Kernspecht. Un fantastico libro sul Wingtzun e sul combattimento che è possibile aquistare dal sito ufficiale della W.T.O.I.

Lan-sao Braccio a sbarra, braccio che impedisce.

ideogramma lap saoLap-sao Mano che afferra.

Lau-sao Mano che attinge.

Pugni a catena. I pugni a catena sono una serie di colpi centrali durante i quali il combattente rimane sempre ben protetto, senza mai aprire la sua guardia. Esempio di esecuzione di pugni a catena:

  1.  Posizione di partenza con il pugno sinistro proteso centralmente in avanti e pugno destro tenuto all'altezza del gomito sinistro.  Spalle perfettamente allineate.
  2.  Il pugno destro viene proiettato in avanti al di sopra del polso sinistro.  Il pugno sinistro si abbassa leggermente * e si porta indietro all'altezza del gomito destro.
  3.  Il pugno sinistro viene proiettato davanti al polso destro mentre il polso destro si porta all'altezza del gomito sinistro.

* I pugni viaggiano sempre lungo la linea centrale , poichè vanno lanciati in maniera morbida e rilassata , lo spazio sul polso del pugno avanzato si crea automaticamente per effetto del naturale rilassamento del gomito del pugno lanciato a fine corsa.

+ I.R.A.S.

i.r.a.s. posizione base wingchunÈ la posizione di pre-combattimento del WT. IRAS è l'acronimo di "Internal Rotate Adduction Stance" ( posizione con gli adduttori ruotati all'interno), in cinese viene chiamata "Yee Jee Kim Yeung Ma". iras angoli esatti Nella posizione iras i piedi devono essere sui lati di un immaginario triangolo equilatero con angoli alla base di 60°. Le ginocchia leggermente piegate per abbassare il baricentro e i muscoli adduttori delle cosce devono avere tensione uno verso l'altro ed entrambi verso il vertice ideale del triangolo di base. I glutei sono contratti e il bacino leggermente anteroflesso. I muscoli addominali sono in tensione e la schiena perfettamente dritta senza nessuna inclinazione nè in avanti nè indietro.

+ Jing-bo

Jing-bo Passo in avanti.

+ Jum-sao

ideogramma jum sao Jum-sao wing tsun jum sao Letteralmente "Jum-sao" si traduce in "Braccio che affonda". È una delle fondamentali reazioni riflesse del Wingtsun. Si parla di Jum-sao quando il braccio dell'avversario tocca il nostro Man-sao che avanza, internamente, tra il polso e il gomito, ed esercita pressione verso l'area tratteggiata del disegno. Il disegno è tratto dal libro "Logica del combattimento individuale", del Maestro Keuth R. Kernspecht. Un fantastico libro sul Wingtzun e sul combattimento che è possibile aquistare dal sito ufficiale della W.T.O.I.

+ Jut-sao

ideogramma jut saoJut-sao Mano che sciocca.

+ Kao-sao

wing tsun kao saoLetteralmente "Kao-sao" si traduce in "Braccio che avvolge". È una delle fondamentali reazioni riflesse del Wingtsun. Il kao-sao si crea quando il braccio dell'avversario entra in contatto internamente con il vostro Man-sao che avanza ed esercita una pressione verso la zona non tratteggiata del disegno. Il disegno è tratto dal libro "Logica del combattimento individuale", del Maestro Keuth R. Kernspecht. Un fantastico libro sul Wingtzun e sul combattimento che è possibile aquistare dal sito ufficiale della W.T.O.I.

+ Kwai-Jarn

Kwai-Jarn Gomitata discendente.

+ Kwan-sao

Kwan-sao Braccia che ruotano. Combinazione di Bong-sao e Tan-sao.

+ Kuen

ideogramma pugno kuenPugno

In cinese: "Kuen".

wingtsun pugno kuen

Il pugno nel WT si esegue con il pugno in posizione verticale.

Il colpo è totalmente lineare, inizia davanti al torace ed è diretto su un punto della mediana verticale dell'avversario.

Il gomito, durante il colpo, viene tenuto basso ( a questo proposito si veda la geometria del WT e la teoria del cuneo ).

Il pugno verticale segue la naturale linea di forza del braccio che corre dalla spalla fino al mignolo del pugno chiuso.

Il pugno deve colpire quindi con la superficie delle tre dita inferiori (medio, anulare, mignolo) in questo modo si avrà un'equilibrata distribuzione della pressione in modo che nessun osso debba sopportare l'intera o la maggior parte dell'impatto. Nell'esecuzione di un pugno WT ( o una serie di pugni a catena , "Lin-Wan-Kuen"), vi sono quattro componenti fondamentali:

  1.  il "motore" del movimento è il gomito.
  2.  mentre il pugno viene scagliato in avanti, la scapola va spinta all'indietro.
  3.  Il torace va aperto per aumentare la potenza del colpo.
  4.  il polso va spinto leggermente verso l'alto in modo che la superficie d'impatto corrisponda effettivamente alle tre dita inferiori.

Il disegno è tratto dal libro "Logica del combattimento individuale", del Maestro Keuth R. Kernspecht. Un fantastico libro sul Wingtzun e sul combattimento che è possibile aquistare dal sito ufficiale della W.T.O.I.

+ Lan-sao

Lan-sao Braccio a sbarra, braccio che impedisce.

+ Lap-sao

ideogramma lap saoLap-sao Mano che afferra.

+ Lau-sao

Lau-sao Mano che attinge.

+ Lin-Wan-Kuen

Pugni a catena. I pugni a catena sono una serie di colpi centrali durante i quali il combattente rimane sempre ben protetto, senza mai aprire la sua guardia. Esempio di esecuzione di pugni a catena:

  1.  Posizione di partenza con il pugno sinistro proteso centralmente in avanti e pugno destro tenuto all'altezza del gomito sinistro.  Spalle perfettamente allineate.
  2.  Il pugno destro viene proiettato in avanti al di sopra del polso sinistro.  Il pugno sinistro si abbassa leggermente * e si porta indietro all'altezza del gomito destro.
  3.  Il pugno sinistro viene proiettato davanti al polso destro mentre il polso destro si porta all'altezza del gomito sinistro.

* I pugni viaggiano sempre lungo la linea centrale , poichè vanno lanciati in maniera morbida e rilassata , lo spazio sul polso del pugno avanzato si crea automaticamente per effetto del naturale rilassamento del gomito del pugno lanciato a fine corsa.