';
Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

La teoria del cuneo ©

Il Wingtsun non è una disciplina sportiva ma è finalizzato unicamente alla difesa personale.

In quest'ottica è facile comprendere che in una reale situazione di pericolo ci troveremo sempre di fronte avversari fisicamente superiori, più grossi e più forti di noi (non sarebbe ragionevole supporre il contrario).

È evidente che nello scontro diretto di due forze sarà sempre la maggiore ad avere la meglio.

È quindi da escludere di potersi difendere contando unicamente sulla propria prestanza fisica.

Per risolvere questo problema il wing tsun ha fatto proprio un principio fisico che ci consente di prevalere su forze superiori alla nostra, la meccanica del cuneo.

Il cuneo è una macchina semplice da sempre conosciuta ed utilizzata dagli esseri umani in tutte quelle situazioni della vita quotidiana in cui si rendeva indispensabile vincere una grande resistenza anche con mezzi rudimentali ed è talmente efficace che in alcuni casi esso è utilizzato ancora oggi nonostante le mille possibilità offerte dalla tecnologia moderna.
Ad esempio i boscaioli utilizzano piccoli cunei per spaccare enormi tronchi d'albero come anche, fino a pochi anni fa, nelle cave di marmo venivano usati dei cunei di metallo per staccare enormi blocchi di pietra dalle pareti.

L'esempio più chiaro è forse quello delle navi rompighiaccio che sfruttano la forma a cuneo della loro prua per spaccare la banchisa polare e navigare attraverso di essa.
Anche le armi aumentano la loro forza distruttiva grazie alla meccanica del cuneo; non è un caso, infatti, che le frecce abbiano la punta triangolare!
Gli stessi chiodi che utilizziamo comunemente riescono a penetrare anche nei muri più solidi sfruttando lo stesso concetto.
Gli esempi appena fatti dimostrano che un cuneo in movimento è in grado di neutralizzare anche forze notevoli.

L'allenamento Wingtsun vuole dunque insegnarci a muovere il nostro corpo come un cuneo per ottenere nel combattimento lo stesso risultato.
Per questa ragione le spalle (e le anche, per quanto riguarda la parte inferiore del corpo) devono sempre essere allineate a formare la base del cuneo, mentre le braccia vengono protese in avanti in modo che la punta delle dita si unisca a creare il vertice del cuneo stesso (con le gambe si ottiene il medesimo risultato grazie alla rotazione delle ginocchia verso l'interno e alla contemporanea tensione in avanti).
Questo spiega perché nel wing tsun si attribuisca tanta importanza alla posizione delle spalle ed alla traiettoria del pugno che deve sempre rispettare questa logica per risultare allo stesso tempo distruttivo e sicuro.
Visualizzando la forma del cuneo è facile notare che la sopracitata "linea centrale" risulta non essere altro che la bisettrice del cuneo stesso.
Quindi per proteggere la linea centrale non bisogna fare altro che portare avanti le nostre braccia rispettando la teoria del cuneo di modo che a qualsiasi attacco dell'avversario risulti impossibile raggiungere la nostra linea centrale.
La stessa logica si applica, naturalmente, anche alla posizione e al movimento delle gambe.
La rotazione delle ginocchia verso l'interno e l'allineamento delle anche devono essere costantemente mantenuti durante gli spostamenti, nella posizione di arrivo e durante ogni attacco e difesa con gli arti inferiori.
I calci, ad esempio, si devono sferrare lungo la linea centrale, parallelamente al suolo, senza nessun movimento delle anche e nessuna rotazione del piede di appoggio.
In questo modo si ottiene ancora una volta il duplice effetto di colpire in maniera efficace e sicura allo stesso tempo.

Purtroppo non sempre è sufficiente avanzare in questo modo per arrivare a colpire il bersaglio, tuttavia il nostro cuneo ci viene di nuovo in aiuto andandosi ad "incastrare" nella guardia dell'avversario e consentendoci di sentire ed interpretare la pressione delle sue braccia (o gambe) e di fare in modo che la sua forza defluisca dal nostro corpo.

la teoria del cuneo

La forza verticale esercitata sul cuneo produce una spinta orizzontale in entrambe le direzioni.

Sifu Paola de Caro

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.
Recommend
Share
Tagged in