PICCOLO GLOSSARIO DEL WINGTSUN

prima forma siu nim tao Prima forma: Siu-nim-tao
 
Letteralmente "Siu nim tao" si traduce in "forma della piccola idea".
Un'idea su cui poggia l'intero sistema, e per questo viene considerata la più importante delle forme Wingtsun.
Pertanto essa dovrà essere sempre oggetto di studio e di perfezionamento per il praticante di ogni livello.
Lo studente principiante acquisisce i movimenti base ed i principi fondamentali del sistema attraverso questa forma.
Essa è strutturata in otto sezioni contenenti in tutto 108 movimenti.
Ogni sezione contiene gruppi di tecniche e principi.
Nell'apprendimento del Wingtsun è necessaria la comprensione dei principi che si celano attraverso i movimenti.
Per fare questo sono necessari concentrazione e sensibilità.
 
I principali punti che devono obbligatoriamente essere appresi attraverso lo studio della SNT:

  1. una corretta postura
  2. la teoria della line centrale
  3. il principio di economia del movimento
  4. il raggiungimento di un completo stato di rilassamento muscolare e mentale, che si traduce in una profonda presa di coscienza di ogni punto del proprio corpo.

Guarda la forma completa nella videogallery

seconda forma chum kiuSeconda forma: Chum-kiu

Letteralmente "Chum-kiu" si traduce in "braccia che cercano".
Viene insegnata subito dopo la Siu nim tao in quanto ne è la logica continuazione.
 
In essa i principi della prima forma vengono messi in movimento: si impara cioè a muovere il proprio corpo in modo uniforme e coordinato.
 
Da un punto di vista teorico, i principali concetti in essa contenuti sono:
  • imparare a dirigere la forza in più direzioni
  • usare il centro del proprio corpo come sorgente di energia
  • usare la mente per controllare i movimenti del corpo
  • imparare quei movimenti che permettono di difendersi ed attaccare in modo simultaneo.

Da un punto di vista strettamente pratico, la Chum Kiu è la forma che apre la strada al combattimento.

Terza forma: Biu-tze Letteralmente "Biu-tze" si traduce in "dita che trafiggono". Il concetto base della terza forma consiste nel conseguire l'abilità necessaria a generare una forza esplosiva sfruttando il peso del corpo in concomitanza con movimenti veloci. In essa i principi contenuti nelle due forme precedenti, vengono fusi assieme in modo armonico ed accelerati.

wingtsun dan chi sao Dan-chi Esercizio semplificato di chi-sao che si esegue con un solo braccio per volta. Importante per avvicinare gli allievi alla pratica del chi-sao vero e proprio e per cominciare un lavoro essenziale sulla sensibilità

ideogramma chi saoChi-sao wingtsun chi sao Letteralmente "chi-sao" si traduce in "mani appiccicose". È uno degli esercizi più importanti e caratteristici del Wing Tsun. È un esercizio di sensibilizzazione, serve per acquisire una certa sensibilità delle forza dell' avversario. Viene chiamato "Mani Appiccicose" perchè una volta entrati in contatto le braccia dell'avversario non si deve più perdere questo contatto, si tratta di un esercizio che sviluppa qualità utili in combattimento, ma non è un esercizio di combattimento. Per spiegazioni dettagliate cliccate qui

 wingtsun chi gerkChi-gerk Letteralmente "chi-gerk" si traduce in "gambe appiccicose". È l'equivalente del chi-sao, ma app licato alle gambe. Un esercizio molto difficile che serve, oltre a sviluppare la capacità di "sentire" con gli arti inferiori le spinte dell'avversario, a sviluppare un incredibile equilibrio.

ideogramma pugno kuenPugno In cinese: "Kuen". wingtsun pugno kuen Il pugno nel WT si esegue con il pugno in posizione verticale. Il colpo è totalmente lineare, inizia davanti al torace ed è diretto su un punto della mediana verticale dell'avversario. Il gomito, durante il colpo, viene tenuto basso ( a questo proposito si veda la geometria del WT e la teoria del cuneo ). Il pugno verticale segue la naturale linea di forza del braccio che corre dalla spalla fino al mignolo del pugno chiuso. Il pugno deve colpire quindi con la superficie delle tre dita inferiori (medio, anulare, mignolo) in questo modo si avrà un'equilibrata distribuzione della pressione in modo che nessun osso debba sopportare l'intera o la maggior parte dell'impatto. Nell'esecuzione di un pugno WT ( o una serie di pugni a catena , "Lin-Wan-Kuen"), vi sono quattro componenti fondamentali:

  1.  il "motore" del movimento è il gomito.
  2.  mentre il pugno viene scagliato in avanti, la scapola va spinta all'indietro.
  3.  Il torace va aperto per aumentare la potenza del colpo.
  4.  il polso va spinto leggermente verso l'alto in modo che la superficie d'impatto corrisponda effettivamente alle tre dita inferiori.

Il disegno è tratto dal libro "Logica del combattimento individuale", del Maestro Keuth R. Kernspecht. Un fantastico libro sul Wingtzun e sul combattimento che è possibile aquistare dal sito ufficiale della W.T.O.I.

Pugni a catena In cinese: Lin-Wan-Kuen. I pugni a catena sono una serie di colpi centrali durante i quali il combattente rimane sempre ben protetto, senza mai aprire la sua guardia. Esempio di esecuzione di pugni a catena:

  1. Posizione di partenza con il pugno sinistro proteso centralmente in avanti e pugno destro tenuto all'altezza del gomito sinistro. Spalle perfettamente allineate.
  2. Il pugno destro viene proiettato in avanti al di sopra del polso sinistro Il pugno sinistro si abbassa leggermente * e si porta indietro all'altezza del gomito destro.
  3.  Il pugno sinistro viene proiettato davanti al polso destro mentre il polso destro si porta all'altezza del gomito sinistro.

* I pugni viaggiano sempre lungo la linea centrale , poiché vanno lanciati in maniera morbida e rilassata , lo spazio sul polso del pugno avanzato si crea automaticamente per effetto del naturale rilassamento del gomito del pugno lanciato a fine corsa.

+ Siu nim tao
prima forma siu nim tao Prima forma: Siu-nim-tao
 
Letteralmente "Siu nim tao" si traduce in "forma della piccola idea".
Un'idea su cui poggia l'intero sistema, e per questo viene considerata la più importante delle forme Wingtsun.
Pertanto essa dovrà essere sempre oggetto di studio e di perfezionamento per il praticante di ogni livello.
Lo studente principiante acquisisce i movimenti base ed i principi fondamentali del sistema attraverso questa forma.
Essa è strutturata in otto sezioni contenenti in tutto 108 movimenti.
Ogni sezione contiene gruppi di tecniche e principi.
Nell'apprendimento del Wingtsun è necessaria la comprensione dei principi che si celano attraverso i movimenti.
Per fare questo sono necessari concentrazione e sensibilità.
 
I principali punti che devono obbligatoriamente essere appresi attraverso lo studio della SNT:

  1. una corretta postura
  2. la teoria della line centrale
  3. il principio di economia del movimento
  4. il raggiungimento di un completo stato di rilassamento muscolare e mentale, che si traduce in una profonda presa di coscienza di ogni punto del proprio corpo.

Guarda la forma completa nella videogallery

+ Chum kiu

seconda forma chum kiuSeconda forma: Chum-kiu

Letteralmente "Chum-kiu" si traduce in "braccia che cercano".
Viene insegnata subito dopo la Siu nim tao in quanto ne è la logica continuazione.
 
In essa i principi della prima forma vengono messi in movimento: si impara cioè a muovere il proprio corpo in modo uniforme e coordinato.
 
Da un punto di vista teorico, i principali concetti in essa contenuti sono:
  • imparare a dirigere la forza in più direzioni
  • usare il centro del proprio corpo come sorgente di energia
  • usare la mente per controllare i movimenti del corpo
  • imparare quei movimenti che permettono di difendersi ed attaccare in modo simultaneo.

Da un punto di vista strettamente pratico, la Chum Kiu è la forma che apre la strada al combattimento.

+ Biu Tze

Terza forma: Biu-tze Letteralmente "Biu-tze" si traduce in "dita che trafiggono". Il concetto base della terza forma consiste nel conseguire l'abilità necessaria a generare una forza esplosiva sfruttando il peso del corpo in concomitanza con movimenti veloci. In essa i principi contenuti nelle due forme precedenti, vengono fusi assieme in modo armonico ed accelerati.

+ Dan chi sao

wingtsun dan chi sao Dan-chi Esercizio semplificato di chi-sao che si esegue con un solo braccio per volta. Importante per avvicinare gli allievi alla pratica del chi-sao vero e proprio e per cominciare un lavoro essenziale sulla sensibilità

+ Chi sao

ideogramma chi saoChi-sao wingtsun chi sao Letteralmente "chi-sao" si traduce in "mani appiccicose". È uno degli esercizi più importanti e caratteristici del Wing Tsun. È un esercizio di sensibilizzazione, serve per acquisire una certa sensibilità delle forza dell' avversario. Viene chiamato "Mani Appiccicose" perchè una volta entrati in contatto le braccia dell'avversario non si deve più perdere questo contatto, si tratta di un esercizio che sviluppa qualità utili in combattimento, ma non è un esercizio di combattimento. Per spiegazioni dettagliate cliccate qui

+ Chi gerk

 wingtsun chi gerkChi-gerk Letteralmente "chi-gerk" si traduce in "gambe appiccicose". È l'equivalente del chi-sao, ma app licato alle gambe. Un esercizio molto difficile che serve, oltre a sviluppare la capacità di "sentire" con gli arti inferiori le spinte dell'avversario, a sviluppare un incredibile equilibrio.

+ Pugno

ideogramma pugno kuenPugno In cinese: "Kuen". wingtsun pugno kuen Il pugno nel WT si esegue con il pugno in posizione verticale. Il colpo è totalmente lineare, inizia davanti al torace ed è diretto su un punto della mediana verticale dell'avversario. Il gomito, durante il colpo, viene tenuto basso ( a questo proposito si veda la geometria del WT e la teoria del cuneo ). Il pugno verticale segue la naturale linea di forza del braccio che corre dalla spalla fino al mignolo del pugno chiuso. Il pugno deve colpire quindi con la superficie delle tre dita inferiori (medio, anulare, mignolo) in questo modo si avrà un'equilibrata distribuzione della pressione in modo che nessun osso debba sopportare l'intera o la maggior parte dell'impatto. Nell'esecuzione di un pugno WT ( o una serie di pugni a catena , "Lin-Wan-Kuen"), vi sono quattro componenti fondamentali:

  1.  il "motore" del movimento è il gomito.
  2.  mentre il pugno viene scagliato in avanti, la scapola va spinta all'indietro.
  3.  Il torace va aperto per aumentare la potenza del colpo.
  4.  il polso va spinto leggermente verso l'alto in modo che la superficie d'impatto corrisponda effettivamente alle tre dita inferiori.

Il disegno è tratto dal libro "Logica del combattimento individuale", del Maestro Keuth R. Kernspecht. Un fantastico libro sul Wingtzun e sul combattimento che è possibile aquistare dal sito ufficiale della W.T.O.I.

+ Pugni a catena

Pugni a catena In cinese: Lin-Wan-Kuen. I pugni a catena sono una serie di colpi centrali durante i quali il combattente rimane sempre ben protetto, senza mai aprire la sua guardia. Esempio di esecuzione di pugni a catena:

  1. Posizione di partenza con il pugno sinistro proteso centralmente in avanti e pugno destro tenuto all'altezza del gomito sinistro. Spalle perfettamente allineate.
  2. Il pugno destro viene proiettato in avanti al di sopra del polso sinistro Il pugno sinistro si abbassa leggermente * e si porta indietro all'altezza del gomito destro.
  3.  Il pugno sinistro viene proiettato davanti al polso destro mentre il polso destro si porta all'altezza del gomito sinistro.

* I pugni viaggiano sempre lungo la linea centrale , poiché vanno lanciati in maniera morbida e rilassata , lo spazio sul polso del pugno avanzato si crea automaticamente per effetto del naturale rilassamento del gomito del pugno lanciato a fine corsa.